dopo la tempesta all'orizzonte si profila il sereno
dopo il danno il giusto risarcimento
  • causa e concausa

    La causa è quella condizione che da sola è sufficiente a provocare un evento o una lesione, tecnicamente è " l'insieme degli antecedenti necessari e sufficienti all'accadimento di un fatto o di una lesione". 

    In ambito di polizza infortunistica un evento causato o una lesione causata vengono considerate come  "conseguenze esclusive e dirette" del trauma.

     

    La concausa è quella condizione che da sola non è sufficiente a provocare un evento o una lesione. In ambito di polizza infortunistica un evento o una lesione concausata non sono indennizzabili, salvo esplicita condizione particolare (patto speciale).

    Una lesione è concausata quando il solo trauma, in assenza di una preesistente alterazione degenerativa, non sarebbe sufficiente a provocarla.

     

    Esempio di evento causato: caduta a causa di un ostacolo.

    Esempio di evento concausato: caduta in corso di ubriachezza.

     

    Esempi di lesione causata: 

    - lesione del tendine di Achille da taglio o da rilevante trauma per precipitazione da grande altezza con associate altre lesioni ossee o legamentose;

    - lesione della cuffia dei rotatori a seguito di fratture o di lussazione di spalla.

     

    Esempi di lesione concausata: 

    - lesione del tendine di Achille da trauma indiretto (distorsione di caviglia);

    - ernia del disco intervertebrale;

    - lesione della cuffia dei rotatori dopo movimento abituale.

  • cheloide

    cicatrice cutanea abnorme, più o meno ipertrofica. Si forma in soggetti predisposti a seguito di ferite traumatiche o chirurgiche. Se asportato, tende a recidivare.

  • cicatrice

    esito permanente di una ferita traumatica o da incisione chirurgica o di una ustione; costituisce postumo estetico e a volte anche funzionale.

  • colpa medica

    imprudenza, imperizia, negligenza, inosservanza a leggi, regolamenti, discipline, protocolli, linee guida, consensus conference, letteratura scientifica, eccetera. 

     
  • colpo di frusta cervicale

    brusca iperflessione seguita da iperestensione del collo che si verifica solitamente nei tamponamenti automobilistici; è causata da una violenta accelerazione seguita da violenta decelerazione del veicolo. Tecnicamente detta distorsione.

    Da non confondere con succussione, che sta per scuotimento, come nei casi di caduta a terra, per esempio, da posizione eretta o da bicicletta.

  • conseguenza esclusiva e diretta

    vedi "causa e concausa".

  • contusione

    urto violento di una parte del corpo contro un ostacolo duro. Anche con l'acqua (es. tuffo da una certa altezza). Non provoca discontinuazione dei tessuti.

  • CTP

    acronimo di Consulente Tecnico di Parte; nel corso di una CTU è un professionista che rappresenta gli interessi di una parte del processo; la sua nomina, su istanza della parte, dev'essere  autorizzata dal Magistrato; la sua nomina deve essere fatta entro e non oltre la data di inizio della CTU.

  • CTU

    acronimo di Consulenza Tecnica d'Ufficio; è una consulenza disposta da un Magistrato in corso di indagini o di processo civile o penale (giudice, giudice di pace, pubblico ministero, gip, gup) effettuata da un professionista iscritto al relativo albo dei consulenti tecnici del tribunale.

    In ambito penale è detta più propriamente "perizia", ma i due termini (consulenza e perizia) vengono oggi indifferentemente usati).