dopo la tempesta all'orizzonte si profila il sereno
dopo il danno il giusto risarcimento
« Indietro

Decreto Semplificazioni: cosa cambia per gli invalidi?

Pubblicato il: 28/01/2012

Ora tutto sta a vedere come la norma si realizzerà nel concreto, perché il testo rilasciato dal Governo alla Stampa contiene per ora solo delle belle intenzioni, ma non spiega in concreto come verranno realizzati i singoli provvedimenti.

Il 27 gennaio 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato un Decreto-Legge in materia di semplificazione e sviluppo.

Il punto 6 del provvedimento riguarda gli INVALIDI.

PERSONE CON DISABILITÀ – Verranno eliminate inutili duplicazioni di documenti e di adempimenti nelle certificazioni sanitarie a favore delle persone con disabilità. Il verbale di accertamento dell’invalidità potrà sostituire le attestazioni medico legali richieste, ad esempio, per il rilascio del contrassegno per parcheggio e di accesso al centro storico, l’IVA agevolata per l’acquisto dell’auto, l’esenzione dal bollo auto e dall’imposta di trascrizione al PRA.

 

Sarebbe stato anche più opportuno semplificare l'iter delle domande di invalidità civile. Per esempio:

1) abolire le Commissioni, che sono formate da un numero eccessivo di componenti (da 5 a 7), mal pagati e con poco tempo a disposizione e che valutano  soltanto "sulla carta".

Un solo medico, ben pagato, sarebbe sufficiente ad esaminare le pratiche, comprendendo anche la VISITA DEL PAZIENTE;

2) reintrodurre il ricorso amministrativo, con una VISITA COLLEGIALE tra il medico di fiducia  del paziente e il medico pubblico (analogamente a quanto avviene con l'INAIL per gli infortuni lavorativi e con l'INPS per le invalidità ai sensi della Legge 222/84).

 

Questa sì che sarebbe una novità sostanziale e degna di un Paese civile.

 

 

Riferimenti:

http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/testo_int.asp?d=66448