dopo la tempesta all'orizzonte si profila il sereno
dopo il danno il giusto risarcimento
« Indietro

Sicurezza sul lavoro in uno studio professionale ai sensi del D.Lvo 81/2008

Ultimo aggiornamento: 13/10/2011

 

Nel DVR allegato (vai alla pagina) relativo allo studio medico di Via Ragusa 4 un esempio di come dev'essere redatto tale tipo di documento.

 

Decreto Legislativo 9 aprile 2008 nr 81 (Sicurezza sul Lavoro).

 

Per visualizzare il D.Lvo 81/08 clicca qui.

Per visualizzare il documento del mio studio di Via Ragusa 4 vai alla pagina Documento Valutazione Rischi.

 

Questi sono, in estrema sintesi, gli obblighi di un titolare di studio professionale.

 

Ogni studio professionale (medico, avvocato, commercialista, ecc) che, oltre al titolare, abbia almeno un lavoratore a qualsiasi titolo (dipendente, libero professionista, collaboratore saltuaria, ditta di pulizie, ecc) ha i seguenti obblighi minimi:

a) nominare un responsabile della sicurezza (RSPP); il titolare può autonominarsi RSPP se ha l'attestato di avere partecipato ad un corso specifico di almeno 16 ore, in caso contrario, deve nominare un consulente esterno.

b) redigere un documento di valutazione dei rischi (DVR) e, in caso di interferenza con lavoratori di ditte esterne un documento di valutazione di valutazione unitaria dei rischi interferenti (DUVRI).

I documenti di autonomina o la nomina del RSPP e il DVR devono avere una "data certa".

 

Se nello studio vi è almeno un dipendente a tempo indeterminato, il datore di lavoro deve segnalare all'INAIL il nominativo del Rappresentante Lavoratori sulla Sicurezza (RLS). Il RLS può essere lo stesso lavoratore (se unico) oppure nominato fra tutti i lavoratori dello studio; Il RLS deve avere un attestato di avere partecipato ad un corso specifico di almeno 35 ore ) spesa a carico del titolare dello studio).

Se nessun lavoratore dello studio vuole essere nominato RLS, bisognerà rivolgersi ad un sindacato territoriale (in questo caso, il compenso del RLS sarà a carico del titolare dello studio).

 

La nomina del RLS deve essere comunicata all'INAIL in via telematica dal datore di lavoro entro il 16.8.09 e poi successivamente entro il 31 marzo di ciascun anno.

Non è obbligatoria la segnalazione da parte del datore di lavoro nel caso che il RLS sia scelto all'interno del sindacato territoriale.

Vedi Circolare Inail nr 11 del 12 marzo 2009.

La sanzione per la mancata segnalazione all'INAIL del RLS è di € 500,00.

La sanzione per la mancata nomina o autonomina di RSPP va da 5.000 a 15.000 €.

La sanzione per la mancanza del DVR va da 5.000 a 15.000 €.

 

Se nel DVR viene mappato almeno un rischio, il titolare dello studio è tenuto alla sorveglianza sanitaria tramite un Medico Competente.

Possibili  rischi lavorativi di uno studio medico, i più frequenti sono due: rischio biologico, rischio da videoterminali (se il lavoratore vi è esposto per almeno 20 ore settimanali).

Negli studi odontoiatrici può esserci qualche rischio in più (rischio chimico da resine, rischio infortunistico da uso di apparecchi odontotecnici, ecc.).

Il rischio biologico esiste quando nello studio si manipola in qualsiasi modo (anche se in misura minima e saltuaria)  materiale biologico (punture intramuscolari o endovenose, medicazioni, ecc).

Attenti, quindi: in ogni studio professionale che abbia almeno un dipendente a tempo indeterminato e che nel DVR sia stato mappato almeno 1 rischio è obbligatorio nominare un Medico Competente.

 

I termini per gli adempimenti di cui sopra, già fissati per il 16.5.09 sono stati prorogati al 16.8.09.

Scarica il pdf dell'articolo

Riferimenti:

» Circolare INAIL su DVR
» D.lvo 9 aprile 2008 nr 81 (Sicurezza sul Lavoro).

http://medicolegale.accomazzi.net/showPage.php?template=articoli&id=16